Una console, mille problemi

Può forse una nuova console uscire bella e perfetta, senza problemi di sorta, con tutte le sue funzionalità attive? Ma manco per il cazzo! Non esiste, da che mondo e mondo, una situazione del genere. Wii U non fa certo eccezione e dopo meno di due secondi dall’uscita sul suolo americano è partita la caccia al bug. Quando poi si parla di Nintendo, chissà perchè, i difetti sono sempre a centinaia, ma quello che fa più scandalo è che si tratta di problemi che non sono nuovi e che anche le precedenti console hanno dovuto affrontare…dieci anni fa.

Chi credeva che Nintendo finalmente avesse capito la lezione non ha capito una beneamata minchia e infatti Nintendo dimostra ancora una volta di essere presa indietro di una generazione. Ma dopotutto a noi la casa della grande N ci piace così, con tutte le sue lagne e le sue fisime.

Il primo fatto sconvolgente è che a quanto pare Wii U necessita di un aggiornamento obbligatorio al lancio che, udite udite, non è da pochi kilo, ne da pochi mega, ma da un gigantesco e clamoroso GIGA! Maronnna santa! Mi immagino il bambino entusiasta che attacca la console per provarla e si trova costretto ad aspettare millemila ore prima di giocare. Ecco, magari questo bambino a un certo punto si frantuma i coglioni e decide in un impeto di ira di staccare la spina, scollegare il wifi e riaccendere la console per poter finalmente giocare. E invece no! Se per caso vi azzardate a togliere la spina o se l’Enel decide di farvi uno scherzetto, la console si spegnerà e non si riaccenderà mai più. Puff! E giù bestemmie perchè vi toccherà litigare col commesso ignorante di turno del Mediaword per fargli capire che la console si è sfasciata il giorno stesso e non per colpa vostra. Insomma Nintendo si è avviata sulla strada che Sony ormai percorre da sempre con PS3: 100 miliardi di aggiornamenti all’anno.

Altra cosa. Quanti di voi scommettono sull’inattaccabilità di Wii U? Io potrei giocarmi il gingillo che fra due settimane (si fa per dire) Wii U verrà bucata, penetrata e stuprata da ogni parte. A poco serviranno i dischi coi bordi arrotondati(??) che Nintendo ha confermato per i giochi. A riprova di ciò un utente a pochi giorni dal lancio, premendo bottoni a caso, è riuscito ad accedere a una schermata di debug della console da cui per il momento non si riesce a fare nulla, ma se pensate che anche un povero pezzente è riuscito a “rompere” la console schiacciando bottoni a caso come una scimmia ubriaca allora forse vi renderete conto che la scommessa l’ho già praticamente vinta. Ovviamente non auguro questa calamità a Nintendo. Ricordatevi che la pirateria è il male assoluto.

Non prendete questo mio intervento però come una presa di posizione contro Wii U, anzi, sono convinto che le nuove console di Microsoft e Sony saranno prese addirittura peggio. Chi può infatti scordare l’ormai emblematico caso del RROD, il Red Ring of Death, che ha letteralmente ucciso a distanza di pochi anni tutte, credo, le console Xbox 360 uscite al lancio? E qualcuno ricorda che se si inseriva un disco e poi si ribaltava la console il lettore lasciava un bel solco da qualche millimetro di larghezza sul bordo?

In confronto i problemi di Wii U sembrano delle bazzeccole.

Passando a Sony che dire dell’attacco al PSN, infrastruttura online di una multinazionale multimiliardaria, da parte di tre adolescenti brufolosi con tendenze blackblochiste?

Ma se si guarda ancora più indietro qualcuno di certo si ricorderà che alcune PS1 al lancio soffrivano di problemi di surriscaldamento e durante il gioco venivano skippati in automatico tutti video in full motion video. E allora sono fioccate le soluzioni più stravaganti che suggerivano di posizionare la console in millemila modi diversi: a testa in giù, in diagonale, fuori dai finestrini dell’auto e via dicendo.

Neppure la console successiva, ps2, si salvò da problemi di lettura di DVD e CD.

Se poi torniamo ai giorni nostri, credo tutti ricordino il lancio disastroso (per modo di dire visto che ci hanno fatto i miliardi) di iPhone 4che venne venduto con un problema all’antenna che faceva sì che afferrando il telefono in certe maniere il segnale sparisse istantaneamente. Apple ha regalato a tutti gli acquirenti della prima ora una cover speciale. Gli altri semplicemente hanno dovuto suckare.

E allora al confronto Wii U sembra Padre Pio. Io vi dico: ma di che ci lamentiamo? Ci è andata bene, ve lo dico io. E allora compratela sta benedetta Wii U, voi che c’avete i soldi. Io intanto, che sono povero, me ne sto un po’ in disparte e guardo. Guardo e sorrido malignamente.

FONTI: http://multiplayer.it/notizie/111268-wii-u-richiede-un-aggiornamento-di-5gb-al-lancio.html

http://multiplayer.it/notizie/111036-il-bordo-dei-dischi-di-wii-u-e-arrotondato.html

http://www.gamemag.it/news/wii-u-utente-ottiene-accesso-admin-al-miiverse_44710.html

Annunci

Informazioni su letal32

Ama la tecnologia e gli accrocchi più inutili del mondo. Ama trastullarsi tutto il giorno con stupidi giochini elettronici, meglio conosciuti come videogames. Un misto fra nerd e geek: in breve il tipico sfigato.

Pubblicato il novembre 21, 2012, in Videogiochi con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: