La fiera delle meraviglie

Devo essere sincero con voi: la Games Week è stata l’esperienza più disorientante che abbia mai vissuto in vita mia: tanti videogiochi da provare, code interminabili, confusione ovunque. Non sapevo veramente da che parte cominciare. E infatti alla fine ho provato meno della metà dei titoli che erano presenti in fiera. Pazienza, la prossima volta saprò come comportarmi. Intanto vi chiedo di accontentarvi delle impressioni che ho ricavato da quei pochi titoli che sono riuscito a testare con mano.

Iniziamo parlando in generale della fiera. La Games Week è senza se e senza ma la fiera di videogiochi che da tempo l’Italia aspettava e che solo adesso l’Italia ha dimostrato di meritare. Per ora si tratta di un evento minuscolo se confrontato con una Gamescon per esempio, ma le premesse per creare qualcosa di veramente importante nel corso degli anni ci sono tutte. Innanzitutto la stampa di settore italiana era presente in massa all’evento. C’erano la neonata IGN Italia, Multiplayer.it, Eurogamer.it, Everyeye e molti altri che con inviati sul posto e stand appositi hanno seguito per filo e per segno l’evolversi della fiera.  E ovviamente non poteva mancare l’indispensabile supporto dei publisher più importanti (Nintendo, Microsoft, Sony, EA,…) che hanno dimostrato il loro pieno interesse nell’iniziativa allestendo stand dedicati in cui si potevano provare con mano tutti i più importanti giochi delle rispettive line-up autunnali, compresi alcuni titoli non ancora usciti nei negozi. Fra i vari titoli in anteprima spiccavano sicuramente Far Cry 3, Crysis 3, Dead Space 3, Call of Duty Black Ops 2 e Need For Speed: Most Wanted. Vi farà sicuramente piacere sapere che non ho provato nemmeno uno che sia uno dei titoli che ho appena citato. Io ho paura delle code e davanti alle postazioni di quei giochi c’erano le code umane più lunghe che abbia mai visto in tutta la mia vita e perciò ho preferito evitarle del tutto, tanto ormai quei titoli li conosciamo e non credo ci siano sorprese particolari.

Ho preferito piuttosto concentrarmi su quella che invece sarà la novità del prossimo Natale: Nintendo Wii U. Anche in questo caso le code c’erano ed erano lunghissime, ma la curiosità è riuscita a sopraffare la mia fobia.

La console in tutta la sua anonima anonimità

La console vera e propria è esteticamente molto anonima, una specie di Wii leggermente più grande e con in bordi stondati. Il vero fulcro dell’esperienza non è però la console in sè, ma piuttosto il gamepad con schermo touch che d’ora in poi chiameremo per semplicità paddone. Provate a immaginare una cosa grande, ecco, il paddone è sicuramente più grande. Ad occhio saranno circa 25 cm di larghezza, 10-15 cm di altezza e 2-3 cm di profondità. Eppure il feeling che si ha con il paddone una volta preso in mano è ottimo. Si tratta di un aggeggio estremamente leggero rispetto alle sue dimensioni e cosa molto più importante ergonomico. Durante il gioco non lo si sente neppure fra le mani, anche in quei casi in cui siamo costretti a reggerlo con una mano sola per interagire con lo schermo attraverso il pennino. Per quanto riguarda lo schermo, la qualità è più che accettabile. Toccandolo la sensazione è quella di uno schermo “plasticoso” simile a quello del DS che però garantisce una resistenza a urti e graffi sicuramente superiore a quella di un iPhone. La sensibilità al tocco è più che adeguata. Ho provato anche i Wiimote, che ricordiamo vengono usati come controller addizionali, e confermo che sono esattamente identici a quelli del Wii. Console e paddone sono quindi promossi a pieni voti.

Passiamo ora ai giochi che ho provato:

PB101101
Ecco il buon Mario

 New Super Mario Bros U è nè più nè meno il solito Mario bidimensionale. La grafica questa volta è in HD e la differenza dal punto di vista estetico si vede eccome, ma dal punto di vista del gameplay e delle meccaniche di gioco si rimane ancorati a quelle ottime e collaudate eppure ormai stantie già viste nel precedente episodio della serie su Wii. Di certo mi sarei aspettato di più dal gioco più importante della line-up di lancio di Wii U. Il multiplayer anche in questo caso è riciclato da New Super Mario Bros Wii. Gli altri giocatori controllano i personaggi su schermo con Wiimote tenuti in orizzontale e lo scopo è ancora una volta arrivare alla fine del livello cercando di cooperare. Faccio notare che durante le partite multiplayer il giocatore col paddone non controlla un personaggio ma si limita a disporre delle pedane sullo schermo con il pennino per aiutare gli altri giocatori a raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili. A me è sembrata una cosa noiosissima, ma si vedrà…

Rayman Legends è stata una vera e propria sorpresa. Grafica stilosissima, controlli perfetti, uso del paddone intelligente. In fiera era possibile solo provare una demo multiplayer del gioco in cui un giocatore controllava Rayman con il wiimote mentre l’altro giocatore controllava una fatina con il pennino del paddone. Lo scopo del secondo giocatore era eliminare i nemici che ostacolavano il personaggio su schermo e schiacciare dei punti sensibili per attivare dei portali necessari per far proseguire il primo giocatore. La particolarità che mi ha stupito è che sullo schermo del pad si vedono cose che sullo schermo della TV non sono visibili. All’inizio ci si sente un pò spaesati, complice l’abitudine che abbiamo a guardare lo schermo della Tv piuttosto che il pad, ma poi ci si fa l’abitudine e si capiscono le potenzialità non ancora del tutto espresse del multiplayer asincrono.

PB101115
Zombie U. uuuuuuuu!

Zombi U è stato l’ultimo gioco per la console Nintendo che sono stato in grado di provare. Anche questo gioco riserva moltissime sorprese e di sicuro è uno dei titoli, se non l’unico titolo che sfrutta in maniera intensiva le caratteristiche peculiari del paddone. Lo si sfrutta ad esempio per accedere all’inventario, per frugare negli armadi e nei corpi, per guardare la mappa del luogo e anche per interagire con oggetti specifici come i tastierini numerici sulle pareti. Anche in questo caso si prova un iniziale spaesamento quando si è costretti ad abbassare lo sguardo per interagire con lo schermo del pad, ma ripeto, credo si tratti solo di farci un po’ l’abitudine. D’altronde non si cancellano in pochi minuti anni e anni di abitudine al gioco frontale. Per il resto grafica buona, non ottima, controlli riusciti, atmosfera adeguata al titolo del gioco.

Per quanto riguarda la console Nintendo direi che è tutto. Ho avuto la possibilità di provare anche altri giochi per altre piattaforme, ma sinceramente non ne sono rimasto molto impressionato. Cito solo Little Big Planet Karting, clone di Mario Kart abbastanza riuscito, ma che ovviamente sa di già visto, Playstation All-Stars, clone di Super Smash Bros abbastanza bellino, il nuovo Sly Racoon, il nuovo Tekken. Solo seguiti, seguiti di seguiti e cloni di cloni. Ormai si nota una certa stanchezza nel mercato dei videogiochi e questo è un segno del fatto che è necessaria l’uscita di nuove console che svecchino un po’ di meccaniche ormai fin troppo consolidate.

Detto questo vi saluto e vi do appuntamento fra due giorni con un altro post. Ma non prendetemi troppo sul serio, ok? Di seguito anche due o tre foto a caso, così tanto per.

PB101088PB101082

PB101109PB101090

Annunci

Informazioni su letal32

Ama la tecnologia e gli accrocchi più inutili del mondo. Ama trastullarsi tutto il giorno con stupidi giochini elettronici, meglio conosciuti come videogames. Un misto fra nerd e geek: in breve il tipico sfigato.

Pubblicato il novembre 15, 2012, in Videogiochi con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: