Google (meno) plus

Ve l’avevo promesso qualche post fa e così eccomi qui a parlare del nuovo social network made in Mountain View: il fantasticissimissimo e esclusivissimo Gugol Plas!

Ma non esaltatevi troppo perchè di esclusivo ormai non c’è più nulla, infatti l’iscrizione ora è aperta a cani e porci e di fantasticissimissimo non c’è mai stato niente. Se non l’avete ancora fatto vi invito a iscrivervi a questo indirizzo, ma non perchè ne valga davvero la pena, ma solo per rendervi conto di…

Lo scoprirete solo vivendo leggendo!

 

Qualcuno parla di Google + come del “Facebook con l’interfaccia bianco-grigetta” e quel qualcuno non potrebbe avere più ragione. Se vi state chiedendo chi sia quel qualcuno, sappiate che sono io e adesso vi spiego il motivo di tale affermazione.

In alto abbiamo 4 pulsanti che rappresentano le uniche quattro cose che si possono fare in questo social network: curiosare quello che scrivono gli altri in “Home”, mettere le proprie foto in mutande su “Foto”, divulgare pubblicamente ogni dettaglio della vostra vita su “Profilo”, giocare coi giochini idioti su “Giochi” e infine aggiungere gente alle cerchie in “Cerchie”.

Come che significa aggiungere gente alle cerchie? Non ditemi che non avete mai accerchiato una persona o due?

Si tratta di dividere le persone che si seguono in gruppi chiamati cerchie e di decidere chi, dove, come, quando, cosa condividere con ogni cerchia.

Esempio: avete una cerchia di nome Scassaminchia nella quale avete messo appunto alcuni scassaminchia. Potete decidere di condividere con suddetti scassaminchia solo insulti, offese, denigrazioni, ecc. Ovviamente è solo un esempio e non hai realmente un gruppo di nome Scassaminchia (o sì).

le “cerchie” nel grano

Questa dovrebbe essere la più grande novità di Google Plas rispetto a Facebook. Peccato che il buon Zuckerberg abbia implementato nel suo faccia libro una funzione uguale col nome di Liste, solo che l’ha nascosta nei meandri del codice sorgente. O almeno così credo, visto che non l’ho mai usata e ho saputo della sua esistenza solo grazie a un amico.

Detto ciò cosa resta a Google +? Niente. Anche perchè di gente che conosci che ha un profilo ce n’è poca e quella che c’è non aggiorna il suo status da qualche mese, per cui non hai provato nemmeno la tanto pubblicizzata videochat, che tra l’altro ora c’è pure su Facebook.

In sostanza lasciate ogni speranza in Google+, che a mio parere farà la fine di Google Wave e al massimo, se proprio ci tenete a usarlo, usatelo per insultare gli Scassaminchia, che sicuramente si meritano di essere “accerchiati”.

Annunci

Informazioni su letal32

Ama la tecnologia e gli accrocchi più inutili del mondo. Ama trastullarsi tutto il giorno con stupidi giochini elettronici, meglio conosciuti come videogames. Un misto fra nerd e geek: in breve il tipico sfigato.

Pubblicato il settembre 30, 2011, in Tecnologia & Internet con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: