Bookman! Fumetti a volontà

Qualcuno di voi si sarà chiesto dove sono finito in questi giorni, beh sappiate che…

Eh? Cosa significa che “tanto ce ne frega meno di un babbuino pettinato come Luigi XVI di che fine hai fatto e vai avanti con il post”?

Come volete! Però sappiate che avete fatto piangere il vostro blogger preferito! Pronti… via!

Vi ricordate l’articolo su iBooks? Ecco, proprio mentre lo stavo scrivendo sono stato folgorato da un’idea: ma se l’Ipad è onnipotente e neppure il buon signore può fare così tante meraviglie, può anche per caso forse magari essere usato come lettore per i fumetti?

Sappiate che a casa ho qualcosa come 500 (stima pessimistica) fumetti accatastati nell’armadio e poter trasportare la mia passione in un dispositivo più maneggevole come l’Ipad sarebbe stato la realizzazione di un sogno: fumetti a volontà in mobilità con il minimo ingombro. Ho iniziato così ad informarmi e ho scoperto che il mio progetto era realizzabile e che esistevano decine di apps in grado di svolgere egregiamente questo compito.

Con il mio elaborato criterio di selezione di apps basato su calcoli logaritmici avanzati (le stelline) ho scaricato la migliore applicazione offerta grauitamente (pezzenti si nasce e pezzenti si rimane): parlo proprio di Bookman.

Il programma si presenta con un’interfaccia a dir poco scarna e bruttina da vedere.  Bianca con due barre grigie sopra e sotto.

Prima di cominciare a leggere i vostri fumetti preferiti dovrete collegare l’Ipad al PC e, attraverso Itunes, copiare nel programma i file. Sono supportati i PDF e gli archivi di fumetti in CBR, CBZ,RAR,ZIP,CIP e CIOP, che prima non sapevo nemmeno esistessero. E’ possibile caricarli anche tramite FTP inserendo gli appositi dati di connessione.

Fatto ciò appariranno direttamente nell’interfaccia schifoserrima sopracitata.

Non stò qui a spiegarvi a cosa servono i pulsanti nella barra in basso, infatti sono le solite opzioni, i soliti segnalibri e il solito browser integrato per accedere ai soccciall nettwork.

Un tap su di un fumetto e questo si aprirà immediatamente senza alcun ritardo e saremo quindi pronti a leggerlo. L’app supporta l’orientamento sia verticale che orizzontale. Se posto orizzontalmente vedrete il fumetto in doppia pagina.

Le opzioni di lettura sono pochissime e includono la luminosità , il blocco dell’orientamento e il formato della pagina. Molto interessante invece la barra gigantesca che vedete nella foto, che ci presenta le anteprime di tutte le pagine in modo da  poterle scorrere più velocemente e trovare quella desiderata.

Si tratterebbe di un buon programma per la lettura di fumetti, se solo non soffrisse di alcuni problemi. Lo sò che tutti abbiamo dei problemi, però questi sono gravi e per il vostro bene ve li dico.

Ho trovato parecchio fastidioso che molto spesso i tap (i “tocchi” per gli abitanti delle paludi) necessari a girare le pagine non vengano correttamente rilevati e la pagina, al posto di girare in avanti, gira all’indietro, gira sotto, a destra e a sinistra, ovunque e non avanti. Per non parlare di quelle volte che con un tap si girano 3 pagine alla volta.

Altro problema è la velocità di renderizzazione delle pagine. A volte ci vuole qualche secondo di troppo perchè svanisca l’effetto sfocato e pixellato e questo può dare pareccio fastidio.

NON SCARICATELO!

No, scherzo! A parte questi piccoli problemi a cui molti di voi non faranno neppure caso, Bookman si rivela un buon lettore di fumetti. Vi consiglio di provarlo prima di scaricare qualche altro software a pagamento.

Ultimo appunto esclusivamente personale: il feeling nella lettura su schermo e su carta è completamente diverso.Mai e poi mai preferirei leggere un fumetto su di uno schermo. Già con un libro la storia è complicata, ma con un fumetto lo è ancora di più. Vi invito a usarlo solo in viaggio o per leggere vecchi fumetti ormai irreperibili, altrimenti la buona vecchia carta stampata compie ancora un lavoro eccellente.

Annunci

Informazioni su letal32

Ama la tecnologia e gli accrocchi più inutili del mondo. Ama trastullarsi tutto il giorno con stupidi giochini elettronici, meglio conosciuti come videogames. Un misto fra nerd e geek: in breve il tipico sfigato.

Pubblicato il settembre 15, 2011, in MyFirstApps, Recensioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: