La strana storia della mia assenza

(Imitate lo strillo di un garzone dei giornali sennò non viene bene)

Edizione straordinaria del Daily Bugle!

Notizia sensazionale!

Il ritorno di Letal32 dopo quasi un mese di assenza!

Un testimone afferma di aver visto il noto blogger Letal32 aggirarsi con aria smarrita per i meandri del web con lo sguardo vuoto e gli occhi fissi sul nulla.

Ancora non sappiamo se il testimone sia attendibile, ma se così fosse potremmo trovarci di fronte all’ennesimo caso di Applepatia, la ben nota influenza che ormai ha contagiato decine e decine di teenagers e trentenni oberati dal denaro.

A breve ulteriori aggiornamenti.

PIM! PUM! PUNCH!”

(rissa)

(Garzone del giornale cade svenuto)

Un attimo che mi levo il sangue dalla mano e poi sono da voi!

Eccomi!

Chi sono? Cosa voglio? Sembro un maniaco con quella barba lunga e la lingua penzoloni?

Non ditemi che vi siete dimenticati del vostro buon Letal32, l’unico essere vivente così pezzente da non potersi permettere l’Ipad top di gamma!

Come dite? Manco da quasi un mese?

Non è assolutamente possibile! Ma… aspettate, proviamo a fare un piccolo riassunto dell’ultimo mese e vedrete che poi mi direte:

“An… Sì! Adesso mi ricordo! Non te ne sei mai andato!”

1- Il Giovedì più terribile Forever

Eravamo rimasti a Giovedì 11 Agosto (credo), giorno in cui io avrei dovuto prendere la mia bellissima Punto 1.3 Multijet e recarmi di buona lena al MediaWorld di Padova per cercare di accaparrarmi il tanto desiderato Ipad 16gb Wifi versione uberpezzente.

Ore 15.30: Salgo nell’auto

Ore 15.35: sono a casa di un amico che deve accompagnarmi

Ore 16.00: arrivo al Mediaworld

Ore 16.03: sono di fronte all’area Apple con la bavetta alla bocca

Ore 16.40: sono ancora all’area Apple con la bavetta

Ore 16.45: chiedo a un commesso l’Ipad 16gb Wifi

Ore 16.45.05: il commesso mi liquida con un “sono finiti!”

Ore 17.00: ho avuto un blocco cerebrale con perdita di controllo di ogni funzione primaria

Ore 17.30: un commesso prende un montacarichi e mi porta fuori

Ore 17.35: mi sveglio sotto l’afa estiva e tiro su la bavetta che nel frattempo aveva toccato terra

Ore 17.36: mi accorgo che non era un sogno

Ore 17.37: mi ricordo che esiste il telefono e che avrei potuto chiamare prima senza farmi 50km

Ore 17.40: mi ricordo che vicino c’è un Apple Premium Reseller. Una nuova speranza mi pervade

Ore 17.50: l’Apple Premium Reseller è chiuso, ma esce un signore un pò gay, che è il padrone del negozio

Ore17.51: chiedo se può darmi un’Ipad 16gb Wifi perfavoretipregotiscongiuro, ma lui dice:

“Mi dispiace. Non li vendiamo. La Apple non vuole vendere il modello uberpezzente”

GELO. Ho provato freddo e poi non ricordo nulla.

2- Il venerdì più al telefono

Mi sono risvegliato Venerdì mattina alle 6 in punto. Avevo sognato che non avevo trovato l’Ipad, ma tanto sapevo che lui era sopra il mio comodino. Allungo la mano, ma non lo trovo. Panico. Accendo la luce.

Mi trasformo in Gollum. “Il mio tesoro me l’hanno tolto, rubato!”

In realtà non l’avevo mai avuto. All’improvviso ricordai.

Aprii il browser alla ricerca di ogni negozio convenzionato con la Apple nel Veneto.

Risultato: 40 negozi

Felicità a mille. Pensavo: “ Sicuramente ne troverò uno!”

Ore 12.30.

Sono sull’orlo del terrazzo pronto a buttarmi giù. Ho chiamato 37 Negozi e 36 dicono di non averlo mai visto e 1 mi dice che forse ne hanno uno che usano per tenere dritto il tavolo.

Aspettavo la chiamata da quest’ultimo negozio se riuscivano a toglierlo da sotto il tavolino.

Driiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiinnn!!! Driiiiiiiiiiiiiiiiiiiin!

Pronto?

“Sì, salve. Siamo spiacenti ma non l’abbiamo trovato.”

L’avrei fatta finita. Avevo deciso.

“E’ ancora in linea? Scherzavo… ne abbiamo uno bianco!”

Miracolo. Dio esiste.

“Però deve venire entro 3 minuti sennò non lo trova più”

Però è un bastardo.

Prendo l’auto e inizio a sfrecciare per le strade di campagna a 120 l’ora.

Arrivo. Parcheggio. Entro nel negozio. Trovo il primo commesso.

“Vorrei l’Ipad 16 gb Wifi!”

“Controllo sul pc se ce l’ho”

TIC TIC TIC

“No, spiacente sono finiti”

NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

“Ma se vuole controllo in magazzino”

SIIIIIIIIIIIIIII! PEZZO DI IDIOTA!

Entra nel magazzino e dopo poco rientra con una scatola bianca in mano.

“Abbiamo solo la scatola… va bene lo stesso?”

NOOOOOOOOOOO! COGLIONE!

“Scherzavo! Fanno 479.00 euro!”

Rimango di sasso e gli dò i soldi. Torno a casa e svengo.

FINE

Poi vacanze, vacanzine ecc non mi hanno permesso di scrivere nulla.

Ma da oggi si ricomincia!

Annunci

Informazioni su letal32

Ama la tecnologia e gli accrocchi più inutili del mondo. Ama trastullarsi tutto il giorno con stupidi giochini elettronici, meglio conosciuti come videogames. Un misto fra nerd e geek: in breve il tipico sfigato.

Pubblicato il settembre 8, 2011, in Operazione Pad-I, Post di servizio con tag , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: